RAMI LAB

Research on Additive Manufacturing and biomedical Imaging Laboratory

Il Research on Additive Manufacturing and biomedical Imaging Laboratory (RAMI Lab) è un laboratorio congiunto costituito nel luglio 2019 tra Teiga Srls e il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi (DIBRIS) dell’Università degli Studi di Genova. I referenti sono Patrizia Boccacci (per il DIBRIS) e Cristina De Ambrosi (per TEIGA).

Il laboratorio nasce con lo scopo di integrare e promuovere le rispettive capacità nei campi dell’elaborazione di immagini, della progettazione e rendering 3D e della stampa 3D unite alla formazione, progettazione e ricerca applicate a tecnologie hardware e software, soprattutto in campo biomedicale.

Le iniziative del laboratorio congiunto, svolte nell’ambito dei principali settori dell’ICT, della robotica, della progettazione hardware e software, hanno la finalità di svolgere ricerche di comune interesse e di formare personale altamente qualificato.

a) l’attivazione di tirocini, tesi di laurea, seminari specialistici e altre iniziative di orientamento formativo, dottorati di ricerca, corsi di master di primo e secondo livello, corsi di aggiornamento e/o riqualificazione professionale di lavoratori già impegnati, interventi per favorire l’inserimento nel mondo professionale, nel rispetto della vigente normativa;
b) la progettazione congiunta di servizi innovativi dedicati particolarmente, ma non in maniera esclusiva, all’area biomedicale;
c) la promozione e l’attivazione di progetti e azioni per l’uso, nei processi formativi, di nuove tecnologie e metodologie bioingegneristiche;
d) la partecipazione congiunta e/o con terzi alla promozione e allo svolgimento di programmi di cui sopra (progettazione, ricerca, sviluppo e formazione), in ambito nazionale e internazionale;
e) la partecipazione congiunta a progetti nazionali e internazionali (inclusi quelli Europei) in collaborazione anche con altri centri di ricerca nazionali e internazionali;
f) la stipula di contratti di ricerca su specifici temi;
g) la creazione di sezioni aggiuntive del laboratorio in collaborazione con terze parti.

Per quanto riguarda la formazione, Teiga mette a disposizione il suo know-how per lo svolgimento di tesi di laurea, per l’organizzazione di interventi formativi per gli studenti, per studi, ricerche e attività didattiche a supporto dei corsi di Laurea Triennale e Magistrale in Informatica, Ingegneria Biomedica e Bioingegneria, centrati sui temi dell’elaborazione di immagini e dei modelli 3D. Sono previsti inoltre l’organizzazione di incontri e seminari per l’approfondimento di temi specifici, lo svolgimento di stage presso la sede di Teiga e la collaborazione nella preparazione di materiale didattico e nella definizione dei programmi dei corsi.

Per quanto riguarda la ricerca scientifica, Teiga e DIBRIS potranno partecipare a programmi di ricerca nazionali e internazionali, svolgere attività di ricerca congiunta relativamente a tecnologie e metodologie innovative nel settore medicale, con applicazioni industriali correlate.

Finalità

Lo scopo principale del RAMI Lab è quello di fornire e scambiare strumenti fra il campo degli studi dell’elaborazione di immagini e quello della stampa 3D. Dallo studio specifico del caso (patient-based), a partire dalle immagini inviate dallo specialista, si applicheranno tecniche di elaborazione di immagini per una successiva modellazione 3D volta a stampare un reperto anatomico di interesse.  

La possibilità di stampa 3D patient-based ha varie applicazioni pratiche nel campo medico sia umano sia veterinario:
        Studio di implantologia protesica, con eventuale pre-studio di repery esterni;
        Studio pre-chirurgico e pianificazione chirurgica;
        Valutazioni in campo oncologico sulla possibilità di resezione chirurgica senza lesione di strutture adiacenti;
        Studio di attività riabilitative;
        Attività didattica.

Il laboratorio potrà quindi fornire allo specialista i modelli stampati in 3D ed essere di supporto nelle successive fasi, applicando alcune delle suddette attività a studi paralleli per la corretta implementazione dell’intervento.